Centro Studi Postura

TRATTAMENTO GNATO-OSTEOPATICO Posturale

TRATTAMENTO OCCLUSO-POSTURALE OSTEOPATICO
con attivatore tipo
SOULET-BESOMBES
Integra la posizione dei denti nel contesto facciale e la postura globale
Questo tipo di trattamento risulta essere particolarmente efficace nei bambini, soprattutto nella fascia di età compresa tra 6-9 anni,periodo in cui avviene il picco di crescita delle ossa mascellari.
La finalità di questo trattamento è di armonizzare la posizione dentale sia con le basi ossee (mascella, mandibola) sia con con la morfologia del cranio, realizzando così un trattamento individuale e integrato nella specificità morfologica posturale del soggetto in esame.
TRATTAMENTO GNATO-OSTEOPATICO
POSTURALE
È un trattamento riabilitativo atto a ripristinare una coerenza tra la postura del paziente e
l’apparato stomatognatico.
Oltre alle indicazioni classiche osteo-posturali:
Vertigini , sbandamenti,
Dolori di varia natura
Gastriti, coliti,
stress, ansia, ecc ecc
Questa riabilitazione avviene attraverso l’utilizzazione in senso transdisciplinare di varie metodiche tra cui fondamentali risultano essere l’ osteopatia e l’odontostomatologia.
Il trattamento riabilitativo può essere condotto su pazienti adulti e su bambini .
il trattamento determina attraverso sia manovre osteopatiche sia attraverso l’ottimizzazione della chiusura dentale e della posizione spaziale del mascellare e della mandibola la scomparsa o almeno la riduzione della sintomatologia algica. Per ottenere questo, saranno indispensabili sedute osteopatiche ed un bite.

Che cosa è un BITE?
Sotto questo termine ,non essendo stata fatta una distinzione tra i vari presidi terapeutici a cui si riferisce ( placche di svincolo,docce notturne, gig, mantenitori ecc….) ritroviamo varie impostazioni terapeutiche , tra loro completamente differenti, che possono solo
generare confusione.
“ Bite” termine inglese per indicare un “ morso”, altri non è che un “pezzo di plastica” o di altro materiale , posto tra i denti.
Questo stesso presidio potrà essere a configurazione
ATTIVA o PASSIVA a seconda di come lo stesso morso si relazionerà alla chiusura dei denti del pz .

Il bite attivo è a sua volta distinto in: ASPECIFICO e SPECIFICO
BITE specifico per denti, bocca e sistema posturale:
si utilizza quando la compromissione del sistema di masticazione ha comportato deficit funzionali e/o dolori ad altri livelli , al di fuori cioè del sistema stomatognatico ( emicrane , cefalee, cervicalgie, senso di sbandamento, dolori alle spalle, acufenei, dolori e formicolio alle mani ecc….) in questi casi il pz viene seguito per 6 – 12 mesi o più.
 

Un esempio di Bite Passivo è la doccia notturna, spesso utlizzata per i digrignatori (bruxisti).
.
Il Bite Attivo è indicato in quelle situazioni incui si intende cambiare la relazione spaziale fra mascella
e mandibola


Galleria immagini

soulet besombes

Pubblicato mercoledì 05 ottobre 2011 alle ore 18:38.
Ultima modifica mercoledì 18 marzo 2015 alle ore 18:44.

In primo piano

L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

Il 29 Giugno è la Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica e anche il Centro Studi Postura vuole contribuire alla divulgazione di maggiori informazioni in tema delle malattie reumatiche e lo fa partendo da un articolo sulla “Capillaroscopia”, un esame semplice ma molto utile per individuare pattern patologici che sono stati descritti in diverse malattie di interesse internistico, nello specifico nell’ambito delle Connettiviti. Alcune alterazioni capillaroscopiche risultano significative e a volte dirimenti nella diagnosi della Sclerosi Sistemica in quanto presenti già nelle prime fasi di queste patologie.

[Continua]

Ultime Notizie

  • L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

    L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

    Il 29 Giugno è la Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica e anche il Centro Studi Postura vuole contribuire alla divulgazione di maggiori informazioni in tema delle malattie reumatiche e lo fa partendo da un articolo sulla “Capillaroscopia”, un esame semplice ma molto utile per individuare pattern patologici che sono stati descritti in diverse malattie di interesse internistico, nello specifico nell’ambito delle Connettiviti. Alcune alterazioni capillaroscopiche risultano significative e a volte dirimenti nella diagnosi della Sclerosi Sistemica in quanto presenti già nelle prime fasi di queste patologie.

    [Continua]

  • ACIDOSI METABOLICA

    ACIDOSI METABOLICA

    [Continua]

  • STENOSI CANALARE

    STENOSI CANALARE

    [Continua]

  • CASO CLINICO: IPERCIFOSI DORSALE

    CASO CLINICO: IPERCIFOSI DORSALE

    [Continua]

  • COS’È LA BIOIMPEDENZIOMETRIA (BIA)?

    COS’È LA BIOIMPEDENZIOMETRIA (BIA)?

    [Continua]

Seguici su

Centro Studi Postura su Facebook Centro Studi Postura su Youtube

Utenti registrati


Designed by:
Designed by: Guida Creativa di Giorgia Erika Murgolo