Centro Studi Postura

IL TORCICOLLO

 L’espressione torcicollo è comunemente utilizzata per indicare una condizione di dolore al collo caratterizzata dall’atteggiamento in deviazione laterale del capo e della colonna cervicale.
Può essere ricondotto a diverse patologie come il torcicollo miogeno congenito, dovuto ad una malformazione che origina nella vita intrauterina con retrazione fibrosa del muscolo sternocleidomastoideo di un lato, o la Sindrome Klippel-Feil, caratterizzata da un’anomala fusione congenita delle vertebre cervicali che si instaura nelle prime fasi della gravidanza a causa di un difetto di segmentazione cervicale.
Tra le altre eziologie troviamo il torcicollo isterico, dovuto ad una temporanea contrattura dello sternocleidomastoideo che di solito colpisce i soggetti affetti da isterismo (forma di psiconevrosi) a seguito di un episodio emozionale particolarmente intenso; o il ben più frequente torcicollo da perfrigerazione, caratterizzato da un forte dolore dovuto al raffreddamento dei muscoli del collo che rispondono in violenta e rapida contrattura.
La maggior parte delle volte, però, è solo dovuto ad un episodio di blocco di un’articolazione faccettaria o ad uno spostamento discale (torcicollo benigno): il primo è legato ad un blocco dell’articolazione faccettaria e rispetto a quello dovuto ad uno spostamento discale si differenzia per l’insorgenza e per la sua presentazione clinica.
Nel caso del blocco dell’articolazione faccettaria il dolore insorge dopo un movimento brusco, improvviso; il paziente sa indicare bene il punto doloroso e lo indica spesso con un dito, la deviazione della testa sul collo è principalmente in inclinazione laterale e rotazione dal lato opposto al dolore.
Il problema discale invece è legato spesso non ad un singolo movimento, ma ad una posizione del collo mantenuta a lungo che ha determinato uno spostamento intradiscale e causando una deviazione della testa sul collo con maggiore componente di flessione, associata ad inclinazione laterale e rotazione dal lato opposto al dolore. In quest’ultimo il paziente avverte il dolore vicino la scapola oltre che al collo ed indica il suo dolore con l’intera mano e non con il dito.
Per quanto concerne il trattamento, nel torcicollo che pensiamo legato ad un problema faccettario, potrebbe essere utile un intervento manipolativo, mentre quest’ultimo risulta controindicato nel blocco discogenico dove invece per determinare la riduzione dello spostamento discale saranno utilizzate tecniche manuali dirette o indirette sul segmento vertebrale interessato con movimenti ripetuti o posizioni mantenute, eventualmente, anche con ausili come il collare.
Tecniche manuali di trattamento dei trigger point e di detensionamento miofasciale potrebbero essere indicate nell’integrazione della terapia manuale qualora si instaurino delle contratture muscolari a livello del segmento interessato o ad esso associato.


Galleria immagini

torcicollo miogeno congenito

Pubblicato mercoledì 03 giugno 2015 alle ore 16:51.
Ultima modifica mercoledì 03 giugno 2015 alle ore 17:08.

In primo piano

L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

Il 29 Giugno è la Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica e anche il Centro Studi Postura vuole contribuire alla divulgazione di maggiori informazioni in tema delle malattie reumatiche e lo fa partendo da un articolo sulla “Capillaroscopia”, un esame semplice ma molto utile per individuare pattern patologici che sono stati descritti in diverse malattie di interesse internistico, nello specifico nell’ambito delle Connettiviti. Alcune alterazioni capillaroscopiche risultano significative e a volte dirimenti nella diagnosi della Sclerosi Sistemica in quanto presenti già nelle prime fasi di queste patologie.

[Continua]

Ultime Notizie

  • L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

    L'importanza della Capillaroscopia nel Fenomeno di Raynaud e nella microangiopatia sclerodermica

    Il 29 Giugno è la Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica e anche il Centro Studi Postura vuole contribuire alla divulgazione di maggiori informazioni in tema delle malattie reumatiche e lo fa partendo da un articolo sulla “Capillaroscopia”, un esame semplice ma molto utile per individuare pattern patologici che sono stati descritti in diverse malattie di interesse internistico, nello specifico nell’ambito delle Connettiviti. Alcune alterazioni capillaroscopiche risultano significative e a volte dirimenti nella diagnosi della Sclerosi Sistemica in quanto presenti già nelle prime fasi di queste patologie.

    [Continua]

  • ACIDOSI METABOLICA

    ACIDOSI METABOLICA

    [Continua]

  • STENOSI CANALARE

    STENOSI CANALARE

    [Continua]

  • CASO CLINICO: IPERCIFOSI DORSALE

    CASO CLINICO: IPERCIFOSI DORSALE

    [Continua]

  • COS’È LA BIOIMPEDENZIOMETRIA (BIA)?

    COS’È LA BIOIMPEDENZIOMETRIA (BIA)?

    [Continua]

Seguici su

Centro Studi Postura su Facebook Centro Studi Postura su Youtube

Utenti registrati


Designed by:
Designed by: Guida Creativa di Giorgia Erika Murgolo